Come iniziare un nuovo progetto di bigiotteria in vetro di Murano ?

Bisogna cominciare da qualcosa!

Cominciare a mostrarvi il mio lavoro. Cominciare a parlavi di quello che faccio, della bigiotteria in vetro di Murano che progetto e realizzo, delle cose che mi piacciono. Cominciare a condividere con voi le mie passioni, il mio universo. (chi sono io ?)

Non è facile cominciare, ma bisogna pur farlo!

Quindi cominciamo dall’inizio, dalla partenza di ogni progetto: le lastre di vetro.

nicolas-lauzeral-demarrer-nouvelle-creation-de-bijoux-verre-de-murano-1

nicolas-lauzeral-demarrer-nouvelle-creation-de-bijoux-verre-de-murano-3

Di misure diverse, solo lo spessore di 3mm circa le accomunano. Sono divise in due categorie: i colori trasparenti e i colori “pastello”, opachi, pieni.

Assemblate le une alle altre, mi permettono di creare un’infinità di sfumature e forme che accompagneranno l’elaborazione di bigiotteria in vetro di Murano.

Ogni colore, avendo una composizione chimica diversa, avrà una reazione diversa durante la fusione. Più o meno tenero, a una stessa temperatura di cottura ogni colore si fonderà in modo differente. Una parte del lavoro consiste quindi nell’utilizzo di queste differenze e giocare sulle variazione di tempi e temperature di cotture. Tutte queste variazioni consentano di creare un infinità di combinazioni non solo cromatiche ma anche volumetriche: più il vetro rimane in forno e più la temperatura è alta (entro certi limiti) più i diversi strati vanno a fondersi l’uno nell’altro fino a formare un’unica lastra di vetro dove di ogni spessore rimarrà solo l’impronta colorata.

Queste lastre di vetro sono quindi la base del mio lavoro e mi permettono con la tecnica della fusione di realizzare della bigiotteria in vetro di Murano.

Le Collezioni